Thu. Oct 21st, 2021

Mentre la carne bovina America Cina è passata al livello successivo nel panorama globale, il gigante tecnologico Huawei è stato coinvolto in questa tempesta e ha visto un boicottaggio dell’assistenza tecnologica da parte americana e questo ha influenzato il suo business globale. Huawei ha riscontrato problemi con le sanzioni degli Stati Uniti e questo ha indotto il gigante tecnologico cinese ad adottare un piano aziendale completamente diverso per cambiare il corso della sua attività in tutto il mondo.

Huawei Technologies Co. ha in programma di costruire un nuovo impianto di chip a Shanghai e si dice che questo impianto sarà realizzato senza l’uso della tecnologia americana. L’impianto di fabbricazione dovrebbe iniziare con la produzione di chip a 45 nm di fascia bassa e quindi procedere con la produzione di chip di fascia alta. Huawei mira a realizzare chip a 28 nm per dispositivi “Internet of things” entro la fine del 2021 e produrre chip a 20 nm per apparecchiature di telecomunicazione 5G entro la fine del 2022, afferma il rapporto. L’impianto sarà gestito dal centro di ricerca e sviluppo IC di Shanghai, una società di ricerca sostenuta dal governo della città poiché Huawei non ha esperienza nella fabbricazione di chip. Questo impianto sostenuto dalla Cina e si dice che faccia parte dell’autosufficienza economica della Cina nei suoi nuovi piani quinquennali e ha mirato a costruire più tecnologia e porre fine completamente alla dipendenza da altre nazioni.

Con l’ingresso di Huawei nella tecnologia di produzione dei chip, l’industria dei chip vedrà un cambiamento importante poiché il panorama aziendale dei chip cambierà completamente. Con il 5G che sta cambiando la marea delle comunicazioni nel prossimo futuro, la domanda di nuovi chip per aiutare il progresso tecnologico del 5G. da ora con i chip 28nm Huawei punta al mercato IoT.

By Geeta

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »